Cosa avete messo sotto l’albero?
Io non ho messo nessun pacco ma tanti desideri.
 
Ieri ho finito di fare il planning per il 2020 e mi sono resa conto che il mio albero di Natale non ha la base coperta di pacchi ma di desideri.

 

Buffo vero? Da bambini vogliamo i giochi, da adulti sogni. Ho messo nero su bianco cosa vorrei che succedesse il prossimo anno nella mia vita, quella professionale soprattutto. Fare un altro fumetto, direte voi. Il mio primo fumetto TAKK, è stato il sogno di una bambina piccola e goffa che si avverava. Ha anche venduto bene (sold out su Amazon 3 volte, quarto in classifica in vendite nazionali e prima edizione esaurita in due mesi…degli ottimi risultati per un esordiente che neanche io pensavo di poter raggiungere onestamente).
Ed ora che il tuo sogno di bambina si avvera, che succede? Cosa c’è dopo?
Non ho mai pensato al dopo perchè ero troppo focalizzata sul sogno. E ieri invece ci ho dovuto pensare. Che ho capito e deciso?
  • Che non voglio percorrere la strada ovvia.
Non mi accontenterò di “pubblicare un altro fumetto”. Non ho mai percorso la strada ovvia nel mio lavoro e nonostante questo mi sia costato molto in tempo di sforzo e perseveranza mi ha sempre ripagato, anche più del previsto. Quindi no, non pubblicherò semplicemente “un altro fumetto”. Ma seguitemi il prossimo anno e capirete meglio.
  • Che non sarò mai rinchiudibile in una casella.
Questo mi complica la vita a volte, ma mi permette di distinguermi sul mercato e non avere praticamente alcuna concorrenza. Ho scritto il primo fumetto al mondo sull’Islanda, TAKK appunto, direi che tutto il resto è solo discesa. Non voglio essere semplicemente “una fumettista” o “una scrittrice” (anche la sceneggiatura era opera mia), ma voglio essere un’ AUTRICE. Mischiare la mai capacità di disegnare e scrivere con l’interazione con altri medium che mi riesce di controllare come il multimediale o l’editing video. Creare un mio linguaggio personale partendo da altri linguaggi. Non mi voglio accontentare di essere un giorno una delle più brave nel fumetto o nella scrittura. Voglio creare un nuovo linguaggio, solo mio. Ve l’ho detto che mi piace sfidare i miei limiti no?
  • Che voglio aumentare l’interazione con i fruitori di ciò che creo al massimo.
Non a caso ho fatto il solo fumetto a Lucca Comics con una app interattiva in cui il lettore doveva fisicamente intervenire sul fumetto per scoprire contenuti multimediali. Cercando non ho trovato altri autori che quest’anno si sono sperimentati in questo sfidando i proprio limiti e cercando di rinnovare il linguaggio con contenuti multimediali ed interazione del pubblico. Il prossimo anno implementerò con altri medium (uditivi, visivi, interattivi) e cercherò di fare un passo sempre avanti e mai indietro. Voglio dare esperienze, non storie.
  • Che dovrò sperimentare e studiare nuovi strumenti e linguaggi.
Dovrò investire, economicamente e a livello di tempo, nell’acquisto e nello studio di nuovi mezzi tecnologici e no (questo punto ve lo spiegherò bene il prossimo anno, dato che sarà il punto centrale di tutto il mio lavoro del prossimo anno e degli anni a venire). Ma imparare è uno dei miei passatempi preferiti quindi direi che questo punto mi può far solo felice.
  • Che dovrò fare la valigia varie volte.
Il primo grande viaggio sarà nel marzo 2020. Il secondo, ancora è top secret. Ma ci saranno almeno due grandi viaggi il prossimo anno. Non ho mai creduto nella quantità ma nella qualità. Quindi no, non viaggerò ogni fine settimana, ma mi prenderò il tempo di capire dove sto andando e che pezzi d’anima di quei luoghi posso riportare a casa e mostrarvi.
  • Che ho paura e va bene così.
Ho voluto uscire da ciò che ci si sarebbe aspettato da me facendo un passo verso lo sconosciuto e la sperimentazione con un gran sorriso. Il 2020 sarà un gran passo fuori dalla mia zona di comfort e questo mi spaventa abbastanza, ma il premio penso valga il
rischio.

Chi vuole venire con me in questo viaggio?

IMG_4619
Do you want to follow or share my tales?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *